Giuseppe Vecellio

 

autore-vecellioE' inevitabile: quando mi presento subito mi chiedono se sono discendente del grande Tiziano.
A tal punto che ormai ne sono convinto... Mi hanno riferito che sono nato il 19 dicembre 1963 ad Auronzo di Cadore. Da allora mi sembra sia passato solo un attimo. In quell'istante ho conseguito la licenza media (che stupido, mi mancava un niente per diplomarmi), ho lavorato in una pizzeria gestita dalla mia famiglia e, strimpellando di tanto in tanto il pianoforte, all'inizio degli anni '80 sono entrato nella Polizia di Stato, periodo in cui ho iniziato a "macchiare" fogli con riflessioni e poesie.
La splendida avventura di sbirro si è conclusa a Cortina d'Ampezzo dove ho conosciuto la mia compagna con la quale (come fosse il primo giorno) convivo da un' "eternità". Oggi sono ritornato alla mia prima occupazione: faccio il barista in un locale del centro ampezzano.

Nel 2007 sono diventato... papà di un centinaio di bambini, nati in ottobre in un piccolo villaggio indiano. Li ho imbarcati nel mio cuore e li ho portati tutti in Italia con me.
Come presentarli, come sostenerli e in che modo provvedere ai loro bisogni è stato l'interrogativo che mi sono posto fin dal primo momento e che prosegue ogni giorno, cercando di coinvolgere, anche grazie ai libri, quanti più amici possibili che abbiano voglia di condividere con me questa splendida avventura.

L'autore ha scritto:

 

top